Donna Cappotti Giacca Jacket Black Cerniera Moda Lungo Cappotto Giacche Manica Lunga Eleganti Kerlana Semplice venerdì 16 giugno 2017 ore 21.00 – l’Asilo

presentazione e reading

con la partecipazione di Mark P. Smolarek

Il libro

A un anno di distanza dalla serata di presentazione di “Punk Anarchia Rumore”, torna all’Asilo l’agitatore poetico Carmine Mangone. L’occasione stavolta è rappresentata dall’uscita della sua nuova opera saggistica: “IL CORPO ESPLICITO. Breve storia critica dell’erotismo occidentale”, libro uscito per le edizioni Paginauno il 25 maggio scorso.

Il testo in questione è un saggio sull’evoluzione storica dell’erotismo e del concetto di amore. Un vero e proprio excursus che parte dall’antichità (Egitto, Grecia, Roma) per giungere fino all’era di Internet e della pornografia di massa.
Nella sua concisa densità, l’autore fa il punto sulle approssimazioni, sulle mistificazioni e sulle potenzialità legate all’àmbito amoroso, con non poche punte critiche nei confronti dei grandi protagonisti del discorso erotico (Sade, Bataille, i surrealisti, ecc.).
Il libro di Mangone cerca dunque di dare delle risposte provvisorie ad alcune questioni fondamentali: ciò che definiamo amore saprà ancora essere una soluzione capace di dare un senso, un contenuto autentico alle relazioni tra i viventi? Anzi, a dirla tutta: l’amore è mai stato davvero una soluzione?
La presentazione del volume sarà accompagnata da una lettura di alcuni suoi da parte dell’autore stesso, accompagnato per l’occasione da Mark P. Smolarek.

Carmine Mangone

Nato a Salerno nel 1967 in una famiglia proletaria e contadina di origini cilentane, Mangone si avvicina alla poesia e comincia a interessarsi alla sovversione della vita quotidiana dopo la scoperta del punk anarchico e la lettura di Max Stirner, Lautréamont e Benjamin Péret. Ha alle spalle studi di informatica e una laurea in Scienze politiche, ma per stare al mondo si è ingegnato spesso e volentieri facendo, tra le altre cose, l’idraulico, l’apicoltore, lo squatter, il formatore, l’editore digitale pirata, ecc. Ha tradotto dal francese Péret, Vaneigem, Lautréamont, Blanchot, Bataille, Artaud e molti altri. Dal 1998 tiene letture e performance in tutta Italia, spesso ritrovandosi a spalleggiare autori e poeti di rilevanza internazionale come Lawrence Ferlinghetti, John Giorno, Jack Hirschman o Alejandro Jodorowsky. Di recente ha pubblicato: “Punk Anarchia Rumore” (crac edizioni) e “Eleganti Cappotto Manica Lunga Donna Giacca Moda Semplice Cerniera Jacket Lungo Giacche Cappotti Black Kerlana Il gatto e la sua proprietà” (ed. Gwynplaine). Nel 2015, il suo “Infilare una mano tra le gambe del destino” è uscito in Italia e Francia per le edizioni parigine Asinamali. Il suo principale spazio web è il sito/blog “Pochi amici Molto amore”: https://carminemangone.com/

Mark P. Smolarek

Si tratta di una delle identità di Marcello Vitale, chitarrista e autore di lungo corso. Vitale è stato mente delle Viti di Titanio ed elemento del progetto Esistenza dei Mostri. Attualmente, è membro del collettivo di improvvisazione radicale Crossroads Improring e dell’Orchestra Elettroacustica Officina Arti Soniche (OEOAS) diretta da Elio Martusciello. Negli anni ha collezionato numerose collaborazioni con musicisti, poeti e registi di cui ha perso il conto ed il controllo. Da qualche anno ha intrapreso la sua personale crociata per l’emancipazione del mandolino dallo stereotipo della napoletanità da cartolina. Lo si vede spesso calcare il palco con i VictorZeta e i fiori blu. https://www.facebook.com/marksmolarek

L’editore

Edizioni Paginauno è una casa editrice indipendente fondata nel 2010, che pubblica narrativa e saggistica, sia italiana che straniera. Il suo impegno consiste nel pubblicare romanzi legati al sociale e saggi che, attraverso le loro analisi, forniscano al lettore ulteriori strumenti per interpretare l’attualità. http://www.edizionipaginauno.it/

segui l’evento su Facebook!

/// All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.